Archivi categoria: Giacche e cappotti

Cocò vecchia volpe!

Non so se sia corretto identificare questo tipo di giacche con la mitica stilista francese, ma di fatto sono una sua creazione ed è il modo più immediato per rendere l’idea.

Chiarito l’oggetto ecco il mio ultimo lavoro, una giacca tipo chanel in un tessuto che ho difficoltà a definire. Potrei dire bouclè perchè gli assomiglia, però è un tessuto doppio, nel senso che trama e ordito in lana (?) che si vedono sul dritto sono “appoggiati” su un altro stato di tessuto nero … il risultato è che la stoffa è decisamente rigida e mi è sembrata perfetta per una giacca.

Era tanto che volevo un modello di questo tipo … un po’ perchè è sempre di moda, un po’ perchè amo usare alcuni capi “da signora” e mescolarli con qualcosa di più casual. Per questo in particolare ho usato il modello n. 123 di La Mia Boutique di Gennaio 2012, senza fare le tasche e senza usare un bordo sfrangiato (credo sarebbe quasi impossibile trovare un tessuto e un bordo dello stesso colore).

chanel

Siccome ripiegare questa stoffa così spessa sarebbe stato arduo e non di bell’effetto ho usato la cimosa della stoffa per il bordo inferiore e ho lasciato tutti gli altri bordi sfrangiati, fissando il tutto con una passamaneria color ocra per evitare il completo disfacimento della giacca.

chanel-particolareSempre a causa dello spessore i ripieghi interni del collo e delle parti frontali della giacca non sono del medesimo tessuto (che oltretutto scivola poco) ma in velluto. Non ho usato fliselina.

La cosa che mi ha colpito di più nella confezione è che la rivista suggerisce un metodo per attaccare le maniche che non avevo mai usato ma che si è rivelato più semplice: prima si attacca la manica al giro manica aperto e poi si chiude il fianco con un’unica cucitura dall’orlo al polso.

Realizzare questa giacca è stato facile e decisamente veloce (ho potuto usare quasi sempre la taglia e cuci, rifinendo e unendo le parti in un unico passaggio) quindi non mi resta che ringraziare la furbizia (e il genio) della signora Chanel.

Irene


Lavori in corso: giacca “chanel”

image

Ci siamo quasi, ormai mancano solo le rifiniture …

Irene


Giacca in lana con fodera a pois

Realizzare questa giacca è stata una gran soddisfazione, praticamente è il mio capolavoro (per ora !)


Tutto è partito dalla stoffa, vedendo accostati per caso lo scampolo di lana a quadri e il tessuto leggero a pois mi è venuta un’illuminazione: l’abbinamento perfetto per una giacca con una fodera originale, da portare con i polsini rivoltati … uno stile un po’ anni sessanta mescolato agli anni ottanta.


E’ una giacca a doppio petto (modello Burda Ottobre 2010), con tasche. La manica è in due pezzi, non particolarmente difficile da realizzare, ma richiede più attenzione e aumenta la possibilità di errore quando si attacca alla giacca.

 

Il modello originale aveva le spalle troppo larghe, nonostante le pinces sia davanti che dietro, quindi sulla prova in teletta ho dovuto allargare lo scalfo manica, con conseguente lavoro extra per far combaciare la manica … però alla fine cade molto bene.
Le altre difficoltà maggiori sono nelle tasche e nel colletto, perchè non è immediato capire l’ordine di costruzione.

COME MONTARE LA MANICA
La procedura corretta per attaccare una manica alla perfezione richiede qualche passaggio, piuttosto che la semplice imbastitura a occhio.
Prima di cucire il sottomanica bisogna eseguire due filze parallele sul colmo della manica tra le tacche di attaccatura anteriori e posteriori. Dopo aver inserito la manica sul dritto nel corpetto a rovescio si fanno combaciare le tacche, il sottomanica e la spalla.

Poi si tirano i fili delle due filze, facendo arricciare il tessuto della manica fino a che non si adatta al giromanica. Si distribuiscono regolarmente le pieghe, lasciando un paio di centimetri ben distesi sulla linea della spalla.Quindi imbastire, provare e se va bene cucire a macchina partendo da una delle due tacche.

 

Irene